La Spada da Lato con guardia a tazza e la Spada da Lato con guardia a lacci

Esistono due tipi di spade da lato: la Spada da Lato con guardia a tazza e la Spada da Lato con guardia a strisce. La Spada da Lato rimonta al Rinascimento e si portava come supplemento agli abiti, da li il nome letterale di “Spada da Soprabito”. Nel XVI secolo in Spagna, qualsiasi spada che si accompagnava all’ abito di un civile o di un militare in abiti da civile, era definita “da lato”. Solo le spade puramente militari non entravano in questa categoria.

Spada da Lato con guardia a lacci Venice

Spada da Lato con guardia a strisce Venice

Una spada da lato con guardia a strisce è composta da ponti e ponticelli articolantisi sul ricasso non molto spessi, una guardia a forma di arco a protezione delle nocche, uno o due archetti perpendicolari al piatto della lama e da una serie di rami che uniscono tutti questi elementi tra di loro per l’ interno o per l’ esterno.

Spada con elsa a cesto, anno 1760

Spada con elsa a cesto, anno 1760

In alcuni casi la punta dell’ arma del rivale poteva introdursi tra i diversi ponti e rami e ferire la mano che impugnava l’ arma. Per questo si era soliti indossare guanti di pelle relativamente spessa per combattere con questo tipo di armi.

Stocco Cromwell

Stocco Cromwell

Con l’ evoluzione della scherma, si venne a creare il bisogno di una maggiore protezione per le mani, ed è per questo che tra gli anelli laterali della guardia venne posto una protezione semisferisca che aveva la forma di una tazza. dando quindi il nome a questo tipo di spade e raggiungendo quindi un livello di protezione della mano maggiore e al contempo rimanendo molto leggera. Il suo uso si estese soprattutto in Spagna e in Italia, fino al XVIII secolo inoltrato.

SPADA SCOZZESE CON ELSA A CESTA

SPADA SCOZZESE CON ELSA A CESTA

Le spade da lato non sono pesanti ne scomode da maneggiare, sebbene siano armi di notevoli dimensioni(alcune lame superano il metro di lunghezza), tuttavia la misura cambia a seconda della taglia della persona. Le spade da lato vantano un ottimo equilibrio che le rende molto rapide nella mano e ideali per la pratica della scherma.

SPADA SCHIAVONA ITALIANA

SPADA SCHIAVONA ITALIANA

Sono spade molto eleganti e costituivano il complemento imprescindibile per le vesti più care e lussuose dei cavalieri, sostituendo totalmente lo stile del Medioevo, nel quale le spade erano più sobrie e pesanti.

STOCCO SPAGNOLO IN ORO

STOCCO SPAGNOLO IN ORO

La maggior diffusione di queste armi avviene nel XVI e XVII secolo, uscendo dai confini spagnoli e diffondendosi al resto d’ Europa, entrando a far parte dell abbigliamento di qualsiasi cavaliere, e quindi soggette a variazioni comportate dalla moda, motivo principale del disegno così barocco e ornamentale dell’ impugnatura.

Spada da lato con guardia a tazza spagnola

Spada da lato con guardia a tazza spagnola

VEDERE ALTRE SPADE CON GUARDIA A TAZZA

VEDERE ALTRE SPADE CON GUARDIA A STRISCE

VEDI PIU TIPI DI SPADE

Spada Scozzese Eglinton

La spada scozzese Eglinton ha una guardia a cesta ed è del XVIII secolo, proviene dal castello di Eglinton, sponsor e anfitrione del torneo Eglinton. Ora la spada si trova nel Museo Reale di Ontario. Questa spada è identificata tradizionalmente per il ritratto dell’Officale Scozzese William Delacour, che nel XVIII fu titolato “The Pinch of Snuff”. Nel 1839, Archibald Montgomerie, il conte di Eglinton, organizzò un torneo medievale nel suo castello scozzese, dove parteciparono una dozzina di artistocratici vittoriani vestiti con armatura.

Spada Scozzese Eglinton

Questa replica è fatta da un’impugnatura di pelle autentica di razza, con del filo di ferro, una complessa guardia a cesta e una lama a due canalette. Include un fodero nero con degli abbellimenti ed è facile da adattare alla cintura.

Spada Scozzese Eglinton

SCHEDA TECNICA:
Lunghezza: 99 cm.
Materiale della lama: Acciaio al Carbonio 1065
Lunghezza della lama 84 cm.
Peso 1,475 Kg.
Fab: WINDLASS STEEL CRAFTS

VEDI SPADA SCOZZESA EGLINTON

VEDI ALTRE SPADE SCOZZESSI

VEDI SPADE FUNZIONALI

Le Spade Arabe

Le spade arabe sono spade molto fine e leggere, di un unico filo, con un disegno peculiare di simbologia araba sia sulla lama(retta o curva) sia sull’ impugnatura. La spada araba più conosciuta è la scimitarra, la cui particolarità consiste nell’ avere la lama ricurva, che sebbene in principio potrebbe sembrare scomoda, era invece molto pratica usata a cavallo, poichè non penetrava nel corpo del nemico ma produceva tagli profondi all’ avversario.

SPADA KABILA ARABA IN BRONZO

SPADA KABILA ARABA IN BRONZO

La scimitarra è un’ arma raffinata e decisamente tagliente, con un unico filo e un impugnatura protettrice. Ne riscontriamo l’ origine in Persia, sebbene fosse utilizzata anche in India durante il XIII e XIV secolo. Indubbiamente, la sua lama lunga e ricurva era disegnata per effettuare tagli profondi, con la lama che seguiva la traiettoria senza penetrare troppo a fondo.

SCIABOLA IN ARGENTO

SCIABOLA IN ARGENTO

Il termine scimitarra si usa spesso in Occidente per riferirsi a qualsiasi sciabola curva di origine mussulmana o orientale. Gli arabi preferirono la scimitarra alla spada dritta; il solo evocarne il nombre ci riporta immediatamente con la mente non solo agli scontri tra Templari e Saraceni, ma anche ad affascinanti personaggi come Sandokan o Sinbad il Marinaio, che con la loro superba maestria con questa spada ottenevano il rispetto dei loro avversari.

SCIMITARRA ARABA FUNZIONALE

VEDERE ALTRE SPADE ARABE

VEDERE ALTRE TIPI DI SPADE

Spade Greche

La spada greca (xifos) non era una semplice daga, bensì un’ arma che poteva sostituire la lancia nello scontro diretto, il corpo a corpo. La spada dell’ oplita aveva una lama rettilinea a doppio taglio. Poteva avere una lunghezza totale, pugno incluso, di 60 cm. Si portava appesa alla spalla sinistra tramite un balteo. Successivamente alle Guerra Mediche, l’ oplita utilizzava anche una spada corta, solo leggermente più lunga di un pugnale.

kopi

In greco antico, kopis significa colpire, e poteva riferirsi nell’ antica Grecia a un coltello con filo incurvato verso l’ interno, usato principalmente come strumento per tagliare la carne, o per sacrificare animali, o a una spada pesante per tagliare e pugnalare con una forza simile.

Espada Hoplita Griega - Spade Greche

La spada kopis era disegnata per essere usata con una mano, con una lama lunga fino a 65 cm, una misura molto simile a quella della spatha. Gli esemplari macedoni successivi tendono ad essere più corti, con una lama la cui lunghezza si aggira verso i 48 cm. Il kopis aveva un solo filo che si incurvava verso l’ interno, risultando concavo nella zona vicina alla guardia, per farsi convesso vicino alla punta.

Espada Espartana de la película 300 con licencia - Spade Greche

Questa forma generalmente definita “ricurva”, distribuisce il peso di maniera tale che il kopis era capace di colpire con il momentum pari a quello di un’ ascia, mantenendo allo stesso tempo il filo lungo di una spada e la capacità di pugnalare.

Spade Greche Kopis

SPADA GRECA Kopis

Questa spada venne introdotta in Grecia alla fine del VI secolo a.C. Sebbene lo xiphos, la spada normalmente usata dagli opliti, continuò ad essere usato nell’ epoca macedone, il kopis conquistò una popolarità maggiore, e gradualmente rimpiazzò la spada oplita.

Espada Griega Marto - Spade Greche

VEDERE ALTRE SPADE GRECHE

VEDERE PIU TIPI DI SPADE