Lampadari medievali in ferro battuto

L’illuminazione è un elemento molto importante nella decorazione in stile medievale. Per questo le lampade risultano imprescindibili per dare un tocco speciale ed elegante ad una stanza e per renderla importante ed attrattiva e sfruttare di bei momenti con gli invitati. Come illuminazione, parliamo anche di aplique e torce per le pareti che si sposano perfettamente con i lampadari. Per questo vi mostreremo qualche modello di straordinaria bellezza e molto ricercato, tutto realizzato in ferro battuto:

 

Lampadario in ferro battuto, 8 luci.
Lampadario in ferro battuto, 8 luci.

 

Lampadario in ferro battuto, 10 luci.
Lampadario in ferro battuto, 10 luci.

 

Lampadario in ferro battuto, 12 luci.
Lampadario in ferro battuto, 12 luci.

 

Lampadario in ferro battuto, 18 luci.
Lampadario in ferro battuto, 18 luci.

VEDI LAMPADE IN FERRO BATTUTO MEDIEVALE

VEDI BELLISSIMI PRODOTTI IN FERRO BATTUTO

VEDI DECORAZIONE MEDIEVALE

Gladio Mainz Tiberio con fodero

La spada Gladio Mainz prende il nome dal luogo da dove è apparsa per la prima volta, a Mainz, in Germania. La sua lama è più corta e più stretta nella parte centrale, perfetta per realizzare stoccate e colpi di taglio. Il gladio Mainz è stato utilizzato dalle legioni romane intorno al I secolo d.C.

Gladio Mainz Tiberio

La parte metallica del fodero del gladio Mainz è rigida e ha placce tagliate e stampate in rilievo. Una varietà di alta gamma di questo tipo di spada è la Tiberio, che riporta le immagini a rilievo dell’Imperatore romano Tiberio che regnó dal 18 Settembre dell’anno 14 fino alla sua morte: il 16 Marzo dell’anno 37. Fu il secondo imperatore di Roma e appartenette alla dinastia Giulio-Claudia. Era il figlio di Tiberio Claudio Nerone e Livia Drusila, membro quindi della generazione Claudia.

Gladio Mainz Tiberio

Questa spada Gladio Tiberio con fodero Mainz ha la lama a doppio filo (ma non si vende affilata). Fabbricata con la lama in acciaio al carbonio EN45, l’impugnatura e il pomolo sono di legno. Quest’arma è molto temuta nel corpo a corpo. Include il fodero in cuoio decorato in ottone e bronzo, e presenta anelli per essere adattata alla cintura, seguendo l’antica maniera per portarla con se.

Gladio Mainz Tiberio

VEDI GLADIO MAINZ TIBERIO CON FODERO

VEDI ALTRI GLADIO MAINZ

VEDI ALTRE SPADE ROMANE

Le croci templari

Esistono vari tipi di croci templari. È impossibile sapere esattamente quanti tipi di croci utilizzarono questi cavalieri di Dio. Si crede che i Templari utilizzarono la croce Latina: questa croce era considerata come il simbolo templario per eccellenza, soprattutto in Spagna. La croce Latina corrisponde al disegno utilizzato nelle Chiese della cristianità latina, e si sviluppò nelle Chiese dei monaci benedettini e nelle Chiese luogo di pellegrinaggio lungo il cammino di Santiago nell età Gotica e Romanica.

Croce utilizzata dai Cavalieri Templari

Croce utilizzata dai Cavalieri Templari

La Croce Templare, forse la più conosciuta e tipica dei cavalieri Templari, può essere trovata molto spesso in sigilli, edifici, o documenti relazionati con i Templari. Il colore della croce faceva riferimento ai vari Ordini: per esempio, la croce templare rossa corrispondeva all’ Ordine dei Templari, la croce templare bianca indicava i Cavalieri Ospitalieri, mentre quella nera fa riferimento ai Cavalieri Teutonici. Questo tipo di croce è tipica nella regione francese di Vexin. Molte sette francesi la adottarono come emblema, forse per cercare di dare un aria di mistero e antichità all’ organizzazione.

Croce Templare usata dai Cavalieri di Dio

Croce Templare usata dai Cavalieri di Dio

Il Tau era l’ emblema delle alte gerarchie dell’ Ordine. Rappresenta l’ ultima lettera dell’ alfabeto ebraico e la diciannovesima dell’ alfabeto greco, sebbene questo simbolo si possa riscontrare anche in altre culture, come quella egizia. Sant’ Antonio abate fu il primo ad utilizzarlo come simbolo cristiano, e per questo viene anche chiamata croce di Sant’ Antonio. Il suo significato simbolico è “eletto di Dio”. Normalmente il Tau era una proclamazione dell’ occultismo dei Templari.

Il Tau utilizzato dai Templari o Cavalieri di Dio

Il Tau utilizzato dai Templari o Cavalieri di Dio

Anche la Croce Patriarcale era un simbolo gerarchico all’ interno dell’ Ordine. Sembra essere stata la scelta dei monaci per adornare i loro reliquiari, ai quali erano molto affezionati nell’ Ordine. Alcuni testi raccontano che questa fu la prima croce utilizzata dai membri dell’ Ordine nel 1118. I cavalieri la portavano sul braccio sinistro su un manto bianco, mentre la croce era di color rosso.

Croce utilizzata dai Cavalieri Templari

Croce utilizzata dai Cavalieri Templari

La croce Celta o di Malta fu adottata durante il periodo di Rober di Craon, Maestro dei Templari, e successivamente dagli Ospedalieri(braccia della croce terminanti a punta) e dai Templari(braccia della croce terminante in un mezzo circolo). Si pensa che sulla struttura di questa croce fosse basato un alfabeto segreto utilizzato dai Templari nelle loro transazioni commerciali o messaggi segreti.

Le croci Templarie

Le croci Templarie

La croce di Gerusalemme: Le quattro braccia della croce principale rappresentano i quattro angoli del mondo, o i quattro elementi. I cavalieri Templari la utilizzavano nelle loro campagne.

Le croci Templari

Le croci Templari

La croce Bizantina è l’ ultima che possa essere definita croce templare o utilizzata dai Cavalieri del Tempio. È normalmente utilizzata dalla Chiesa Ortodossa Greca.

Le croci Templari

Le croci Templari

VEDERE ALTRI ARTICOLI TEMPLARI

VEDI SPADE TEMPLARI

Caschi Spangen (Spangenhelm)

Spangenhelm è un termine generico che si riferisce a un tipo di casco da combattimento molto popolare ed esteso nell’alto Medioevo. Spangen fa riferimento alle fasce metalliche che appaiono nella struttura del casco.

Spangenhelm

Le fasce uniscono tre o sei placche in acciaio o bronzo. La forma è disegnata per adattarsi alla testa. Il casco a volte presenta un protettore nasale.

Spangenhelm

Gli Spangenhelm più antichi presentano delle orecchie per proteggere i laterali della testa, che di solito sono in cuoio o in metallo. Gli Spangenhelm possono disporre di una cotta di maglia per proteggere il collo dagli attacchi posteriori.

Spangenhelm con orecchie e cotta di maglia

Alcuni modelli hanno la protezione per gli occhi che somiglia alla montatura dei monocoli moderni. Altri includono una maschera completa con i corrispondenti buchi per gli occhi.

Spangenhelm con maschera

Lo Spangenhelm ha origini nell’Asia Centrale. Arrivò in Europa attraverso la moderna Russia del sud e Ucraina. Prima del VI secolo il design del casco era molto comune in Europa e di uso popolare in tutto il Medio Oriente. Si continuò a usare per lo meno fino al IX secolo. Fu un elemento comune negli eserciti Unni ed Ostrogoti.

Spangenhelm

Lo Spangenhelm era una difesa relativamente facile da elaborare. Il suo punto debole era la semplicità del design e la parziale protezione della testa. Fu rimpiazzato per il “casque”.

Spangenhelm

VEDI CASCHI SPANGEN

VEDI ALTRI CASCHI MEDIEVALI

VEDI ALTRI CASCHI D’EPOCA